Table of Contents Table of Contents
Previous Page  6 / 92 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 6 / 92 Next Page
Page Background

6

ideaSPORT

Luglio 2019

i 5 chilometri in 5 chilometri. E’ così che

Eleonora ha costruito il suo successo. La prima

volta per lei in

Coppa Europa

nella lunga

distanza. In quella 50 km che la IAAF da

pochi anni ha inserito anche per la categoria femminile.

E non si è fatta attendere la

Coppa Europa per l’Italia

.

La

Giorgi

della marcia azzurra, quella che macina

velocità e record, se l’è preso quel trofeo. Comandando.

Passo dopo passo in Lituania. E’ andata a comandare,

come recita la canzone di

Fabio Rovazzi

. Nelle vene il

senso della sfida, nelle gambe il talento per salire su in

cima. E quella medaglia d’oro è arrivata. Come quel

canto dell’Inno italiano, tra gli altri italiani, a fine gara.

Non si è sdraiata a terra per gioire Eleonora, lo dice

chiaramente ai lettori di

Idea Sport

: non ce l’avrebbe

fatta a rialzarsi, tanta era la stanchezza addosso. Lo

confessa ridendo. Ma in fondo sa che la

Coppa Europa

di marcia è proprio il frutto delle fatiche. Ammira allora

D

Eleonora Giorgi

“Lamia Coppa Europa del sorriso”

Ha vinto la competizione

continentale lo scorso 19

maggio: la recordwoman della

20 kmdi marcia si è portata a

casa il trofeo della rivincita.

Londra 2012 la suaOlimpiade

del cuore. E aspeaTokyo

2020 per sognare ancora. Una

sfida vinta la 50 km.

di

ALESSANDRA GIORGI

Campione

L’angolo del

l

l